Italia
Politica e sanità

Lorenzin, vaccini obbligatori perché «arrivano milioni di immigrati infetti»

«Abbiamo flussi di milioni di persone che provengono anche da Paesi in guerra, da luoghi in cui queste epidemie ci sono. Ci sono in Nordafrica, nell'Est» ha avvertito il ministro della Salute

Il tuo browser non supporta video HTML5.

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin nel primo giorno di lancio del numero verde 1500 sui vaccini

ROMA - «Abbiamo flussi di milioni di persone che provengono anche da Paesi in guerra, da luoghi in cui queste epidemie ci sono. Ci sono in Nordafrica, nell'Est, ci sono stati 2 casi di difterite in Europa» ha avvertito il ministro della Salute Beatrice Lorenzin nel primo giorno di lancio del numero verde 1500 sui vaccini. «Viviamo in un contesto geopolitico completamente diverso da quello di 20 anni fa -aggiunge-. Abbiamo quindi delle situazioni che dobbiamo monitorare».

«Spero che Zaia ci ripensi: vorrei chiamare veramente la Regione Veneto alla riflessione, così come se ci fossero altre Regioni» ad impugnare il decreto vaccini, ha spiegato il ministro, commentando l'annunciato ricorso della Regione Veneto contro il decreto vaccini. «Tra l'altro - ha detto - la Regione Veneto non sta messa bene: ha avuto negli anni un calo di vaccinazioni e di immunizzazioni molto forte, di cui ieri l'Istituto superiore di sanità ha presentato il rapporto: c'è stato un leggero miglioramento, ma siamo sempre molto ai di sotto dei dati che l'OMS ritiene congrui. Quindi forse il Veneto ha bisogno più di atri di questo decreto».

Tutte le notizie su:

Outbrain